L’adesione ed il sostegno del Comune di Curtatone

Covid, il Comune di Curtatone sostiene la candidatura del corpo sanitario italiano al premio Nobel per la Pace 2021

Il “corpo sanitario italiano” è stato candidato al premio Nobel per la Pace 2021.

“Medici, infermieri, farmacisti, psicologi, fisioterapisti, biologi, tecnici, operatori civili e militari tutti, che hanno affrontato in situazioni spesso drammatiche e proibitive l’emergenza Covid-19 con straordinaria abnegazione, molti dei quali sacrificando la propria vita per preservare quella degli altri e per contenere la diffusione della pandemia”. Così la Fondazione Gorbachev di Piacenza, sede anche del Segretariato Permanente dei Premi Nobel per la Pace, ha spiegato la campagna di adesione per candidare infermieri e medici italiani al prestigioso riconoscimento.
E l’Amministrazione Comunale di Curtatone, proprio il 18 marzo in occasione della Giornata Nazionale dedicata alle vittime del Covid, ha deciso di aderire e sostenere la candidatura.
Nella delibera di giunta si ricorda come gli operatori sanitari italiani siano “stati uno straordinario esempio non soltanto per chi vive nel nostro Paese ma anche una fonte di ispirazione per tutto il mondo”.
“Il nostro territorio ha pagato un prezzo molto alto alla pandemia e il personale sanitario, fin da subito, lavorando in reparti al collasso, a volte è caduto esso stesso vittima del virus” dichiara il sindaco Carlo Bottani
“Ci pare giusto quindi ricordare e rendere omaggio alla determinazione e allo spirito di sacrificio di medici, infermieri, dei diversi operatori della sanità e di tutti coloro che si sono spesi in questa battaglia come i soccorritori di emergenza o gli addetti alle pulizie. Hanno speso ogni energia e rischiato la loro stessa vita, commuovendo il mondo e incoraggiando ciascuno di noi. E’ doveroso rendere loro il giusto merito” conclude il sindaco.